Una delle caratteristiche più interessanti del corpo umano è quella per cui esso stesso sembra contenere ulteriori sotto-organismi al suo interno: è un esempio di ciò la complessa Flora batterica intestinale, la quale conta un numero di cellule 10 volte più numerose di tutte le cellule del nostro corpo. Infatti 1,5 -2 kg del nostro peso totale è rappresentato da questi batteri intestinali. Nella nostra flora batterica, che comprende circa 1000 diverse specie, vivono una quarantina di specie definite “probiotici“, organismi particolarmente utili alla nostra salute.

Le loro funzioni vanno dalla difesa antimicrobica, alla sintesi delle vitamine K e del gruppo B, dalla produzione di acidi grassi a catena corta (acido butirrico), alla digestione e all’assorbimento di sostanze nutritive, fino all’azione stimolante sul sistema immunitario.

Secondo il Ministero della Salute un trattamento con probiotici deve essere effettuato con una o più specie che devono raggiungere l’intestino con almeno 1 miliardo/die di UFC (unità formanti colonie). All’inizio il loro impiego trovava applicazione solo nella colica del lattante e nel supportare una terapia antibiotica. Oggi sappiamo infatti quanto sia fondamentale che la somministrazione avvenga in concomitanza dell’inizio della terapia antibiotica, in quanto, così facendo, risulta possibile proteggere dalla distruzione la flora batterica intestinale; ci vorrebbero mesi per ricostruirla in toto con tutta la sua varietà.

Fra gli impieghi locali ricordiamo la stipsi, la diarrea, il colon irritabile ed infezioni intestinali di vario tipo. Fra quelli sistemici troviamo invece la prevenzione delle malattie respiratorie conseguenti all’influenza nella popolazione pediatrica, il supporto al trattamento dell’atopia (asma e crosta lattea), la prevenzione delle infezioni urinarie e delle recidive, la riduzione del colesterolo ed un attivo contrasto all’obesità, la prevenzione del diabete di tipo 2 ed altri impieghi tra i più variegati. Fra le indicazioni riscontrabili in letteratura medica, va annoverato l’impiego dei probiotici per migliorare l’efficacia dei farmaci cardiovascolari, in virtù dell’azione anti-infiammatoria sulla mucosa intestinale. Per questi usi, i dosaggi tipici utilizzati sono compresi fra 1-20 miliardi UFC.



#insiemecelapossiamofare #tuttoandràbene

💙 FARMACIA TACCONI 💙

= La Farmacia di fiducia del TUO quartiere =

[Unica Sede – Farmacia di Turno Aperta – Oltre 250 MQ di esposizione – Zona Finocchio Borghesiana]

🧭 Via di Prataporci n.4 – 00132 ROMA

[Incrocio lungo la Via Casilina]

🔗 http://www.farmaciatacconi.it
✉️ info@farmaciatacconi.it
📞 06 207 60 354

Iscriviti ORA gratis sul Canale Telegram della Farmacia:

🔑 https://t.me/farmaciatacconi