A seguito della diffusione del nuovo Coronavirus nCov-2019 con primo focolaio a Wuhan (di cui abbiamo già parlato in questo articolo), sono cominciate a circolare, come era purtroppo facilmente immaginabile, anche una miriade di fake news e falsi allarmismi, che stanno generando scene di isteria e panico tra la popolazione, ma privi di qualsiasi logica, oltre che privi delle più elementari basi medico-scientifiche. Cerchiamo di sfatare alcune di queste invenzioni collettive:

  1. Il nuovo Coronavirus 2019-nCoV NON è stato creato in laboratorio da qualche lobby farmaceutica “brutta e cattiva” con relativo “Brevetto depositato”, come sostengono numerose bufale e fantasiose tesi complottiste che girano in questi giorni sul Web e sui social. Il Coronavirus cui fanno riferimento queste bufale è ben diverso da quello di cui si sta parlando in questi giorni, ed è quello per cui il cui genoma è stato reso pubblico in un database internazionale (facendo tra l’altro venire meno la tesi del brevetto), ed in realtà riguarda il Coronavirus attenuato della bronchite aviaria (Ibv), che fa parte dei “Gammacoronavirus” e colpisce i polli domestici.
  2. Le mascherine, specialmente se usate in modo improprio come succede di solito tra la popolazione, per i virus quali il nuovo nCov-2019, è dimostrato NON difendere dal contagio in maniera sostanziale, soprattutto da parte di chi non è operatore sanitario che sappia come usare correttamente tali presidi. Tra l’altro per i virus servirebbero delle mascherine particolari con filtraggio di grado almeno FFP2 o superiore, ergo risulta perfettamente inutile andare a fare incetta di mascherine chirurgiche nelle farmacie togliendole invece a chi ne ha veramente bisogno (per esempio pazienti con immunodeficienza cronica o agli operatori sanitari stessi)
  3. Il Virus NON e’ stato creato in “pericolosi laboratori cinesi per la guerra battereologica” sfuggiti al controllo (si sono purtroppo lette bufale veramente quasi da spy stories in merito), ma banalmente il serbatoio iniziale è stata una MUTAZIONE CASUALE del virus costituito da piccoli rettili e piccoli mammiferi (probabilmente Chirotteri, ovvero pipistrelli), cosa che avviene CONTINUAMENTE nel mondo, visto che TUTTI gli organismi biologici, quali anche noi siamo, si sono evoluti e si evolvono PROPRIO grazie a questo tipo di meccanismi
  4. L’acido acetico e/o il microbioma e/o il bicarbonato di sodio (è triste doverlo ricordare, ma girano tantissime di queste balle colossali) NON PROTEGGONO IN ALCUN MODO dal virus, sono appunto solo invenzioni basate su nessuna evidenza scientifica se non proprio su ignoranza o malafede

Quindi: cercate sempre di evitare di diffondere paura e panico condividendo notizie senza alcun riscontro scientifico.

Si tratta di un nuovo Virus, come ne abbiamo di continuo nel mondo, quindi oggetto della necessaria e dovuta attenzione da parte degli organismi preposti, ma non è così pericoloso come viene percepito o comunque non lo è più di molte altre epidemie che si abbattono ogni anno sul nostro paese.

https://gisanddata.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/bda7594740fd40299423467b48e9ecf6

Guardando i numeri reali del contagio e della mortalità del nuovo Coronavirus, fino a questo punto – ormai i numeri ci dicono che i decessi totali e il numero di pazienti guariti completamente sono in numero comparabile, anzi i secondi stanno per fortuna superando i primi – e soprattutto comparandoli ai numeri della normale influenza stagionale che abbiamo ogni anno nel nostro paese, dove purtroppo ancora, nel 2019, non siamo arrivati neanche al 53% di copertura vaccinale nei soggetti a rischio, si può capire che i pericoli reali e soprattutto i danni e la pericolosità di certe epidemie, si potrebbero ridurre drasticamente anche solo aumentando l’immunizzazione per i virus di cui GIA’ esiste oggi un vaccino sicuro ed efficace, ovvero il vaccino per l’influenza stagionale, soprattutto per tutte le categorie a rischio.

⚡️⚡️ Aggiornamento: proprio in queste ore è stato dato l’annuncio per cui il nuovo virus “nCov-2019” è stato ISOLATO come sequenza qui in ITALIA nei laboratori dello Spallanzani di Roma; la scoperta sarà utilissima per cercare di capire i meccanismi d’azione del virus e mettere appunto un vaccino efficace. Il nome della sequenza isolata è “2019-nCoV/Italy-INMI1” e verrà quanto prima messa in condivisione nelle banche dati a disposizione della comunità scientifica mondiale. Complimenti vivissimi ai ricercatori medici e biologi italiani!👍

Interessanti approfondimenti e l’intervista con gli autori della scoperta, potete trovarli qui:

https://www.repubblica.it/cronaca/2020/02/02/news/staff_spallanzani-247391878/