L’Aloe è una pianta succulenta della famiglia delle Aloeaceae, che predilige i climi caldi e secchi. In particolare L’Aloe Vera (Aloe Barbadensis Miller) è solo una tra le centinaia di specie di Aloe esistenti, ma è comunque quella attualmente più utilizzata nei vari prodotti di consumo, sia per un uso interno che esterno. Questo è dovuto alle sue molteplici interazioni: con l’apparato gastro-intestinale, con il sistema immunitario, esercitando un’azione antibatterica, un’azione antivirale, antinfiammatoria, disintossicante e antiossidante. L’uso dell’Aloe è di lunga tradizione in varie parti del mondo. Già le antiche civiltà greco-romana, cinese, indiana ed egizia avevano compreso le proprietà curative dell’Aloe.

Ecco i numerosi utilizzi del gel di Aloe Vera: ustioni e scottature solari, abrasioni, psoriasi, acne, punture di insetti, salvaguardia della salute dentale e gengivale, post rasatura ed infine per l’igiene dei capelli e pelle. Assumere il succo di Aloe vera è consigliato per rafforzare le difese immunitarie in vista della stagione invernale o nella fase di passaggio da una stagione ad un’altra. Recentemente la ricerca scientifica sta effettuando studi approfonditi sulle potenziali proprietà antitumorali della varietà Aloe Arborescens.

La pianta è molto nota per le sue molteplici proprietà fitoterapiche. Ha principalmente effetti lassativi (dovuti soprattutto al contenuto in antrachinoni) e cicatrizzanti (con l’uso topico). Gli indigeni (ad esempio del Messico o del Brasile) la usavano soprattutto per proteggersi dai raggi solari per i suoi poteri lenitivi, idratanti e protettivi oltre ad avere un blando effetto antinfiammatorio. Una precauzione d’uso va consigliata a chi è affetto da problemi intestinali (per l’azione irritante che le sostanze contenute nella pianta possono provocare sulle pareti intestinali) e ai diabetici che fanno uso di insulina, perché l’aloe abbassa l’indice glicemico e questo va calcolato nell’uso di insulina.

La diffusione al mondo delle potenzialita’ curative dell’Aloe risale ad una ventina di anni fa ad opera di un frate brasiliano (padre Romano Zago) che quasi per caso venne a conoscenza di una ricetta “miracolosa”. La ricetta era composta da soli tre ingredienti: foglie di Aloe arborescens, miele biologico, brandy in piccole dosi. Questo preparato è ideale nei casi in cui l’organismo sia particolarmente debilitato o indebolito.