La Pappa reale è una sostanza bianca e viscosa, secreta dalle ghiandole ipofaringee e mandibolari delle api operaie. L’ape regina se ne nutre durante la sua vita e per l’alimentazione delle larve durante la schiusa, nei primi 2-3 giorni di maturazione della covata. Questo alimento super nutriente è il motivo per cui l’ape regina è più grande rispetto alle altre api, spiega anche la sua incredibile fertilità – può infatti arrivare a deporre fino a 2000 uova al giorno – ed è il fondamentale alimento che le permette di vivere fino a 5 anni a capo di un’intera colonia, al contrario delle operaie che vivono in media solo circa 45 giorni. La Pappa Reale è costituita prevalentemente da acqua, proteine, carboidrati, lipidi, sali minerali e vitamine.

Sono state rilevate circa 185 sostanze organiche, molte delle quali sono composti bioattivi. Tra di loro ci sono: le proteine Royalisina e Royalactina che hanno alcune proprietà antibatteriche e antinfiammatorie; poi l’acido 10-idrossi-2decenoico che si trova esclusivamente in questo super alimento. Proprio nei confronti di quest’ultimo componente vengono attribuite alcune attività antibatteriche, antinfiammatorie, oltre che estremamente utile in patologie diffuse quali il diabete, l’ulcera, la depressione e l’ipertensione.

Alla Pappa Reale viene riconosciuta un’indubbia efficacia nel trattamento di diverse patologie, ed ha un grado di sicurezza molto elevato, anche se va usata con cautela nei soggetti allergici. Soprattutto le sue proprietà toniche ed energizzanti sono universalmente riconosciute: può infatti risvegliare l’appetito e aumentare il tono ed il vigore dell’organismo. In pediatria inoltre viene utilizzata per colmare deficienze nutrizionali: alcuni studi hanno messo in evidenza che è stato possibile registrare un miglioramento delle condizioni generali, tra cui il peso, l’appetito e l’anemia, dei bambini nati pretermine (ma il suo uso va valutato sotto stretto controllo medico). Studi preclinici hanno poi confermato come la Pappa Reale possa aumentare l’eritropoiesi e i processi metabolici, incrementando l’ossigenazione dei tessuti e aumentando l’attività del metabolismo dei tessuti. Viene inoltre usata per la performance e la resistenza, effetto riscontrato negli sportivi di tutte le discipline.

Per gli anziani i vantaggi nell’assumere Pappa Reale sono ancora più notevoli: si è sempre registrato un miglioramento della neuroprotezione nella malattia di Alzheimer, si è notata una certa efficacia nella prevenzione di malattie cardiovascolari e neurodegenerative, e in generale le viene riconosciuta un’indubbia azione anti-età. Grandi risultati sono stati ottenuti anche nella menopausa: la Pappa Reale sembra riesca ad equilibrare la concentrazione ormonale nel sangue, diminuendo l’ormone follicolo stimolante e aumentando la quota estrogenica. Questo “super food” sembra in grado di aumentare la quantità e la qualità degli ovociti, ritardando il climaterio.

In uno studio recente su 36 donne, si è visto che con una somministrazione di 150 mg di pappa reale al giorno per tre mesi si è migliorata in maniera significativa la dislipidemia associata alla menopausa. La Pappa Reale ha confermato di avere una sostanziale attività antibatterica contro i gram positivi e negativi. E’ stato anche recentemente proposto un utilizzo topico della Pappa Reale per la guarigione di ferite, come per esempio il piede diabetico, ed è stata notata un’azione utile anche nel contrastare il foto invecchiamento della pelle.

La pappa reale è quindi un prodotto speciale, che può offrire benefici in tantissimi ambiti della salute e del benessere, ed è per definizione un prodotto naturale al 100%.

La freschezza della pappa reale e soprattutto la sua corretta conservazione sono tuttavia elementi determinanti per garantire tutte queste incredibili proprietà elencate. Essa infatti deve essere conservata in recipienti scuri, al riparo dalla luce e ad una temperatura non superiore ai 5 gradi centigradi: questo perché irrancidendosi perderebbe gran parte della sua componente enzimatica. Se conservata correttamente, come avviene per esempio in farmacia, riesce a mantenere le sue proprietà organolettiche e nutrizionali fino a 6 mesi.